Incoterms è l’abbreviazione di “International Commercial Terms“, un termine che rappresenta un modo molto utile di comunicare tra compratori e venditori in ambito internazionale, ed è proprio finalizzato a ridurre la confusione e le contestazioni tra le parti.

Cos’è dunque un incoterm? Un incoterm rappresenta un termine universale che definisce una transazione tra importatore ed esportatore, in modo che entrambe le parti comprendano i compiti, i costi, i rischi e le responsabilità, così come la logistica e la gestione del trasporto dall’uscita del prodotto al ricevimento da parte del paese importatore.

Gli Incoterms disciplinano dunque tutti i modi possibili per distribuire le responsabilità e gli obblighi tra due parti. È importante per l’acquirente e il venditore definire in anticipo le responsabilità e gli obblighi per il trasporto della merce.

Tra le responsabilità e gli obblighi principali delle parti ricordiamo ad esempio il Punto di consegna (gli incoterms definiscono il punto di passaggio da venditore a compratore), i Costi di trasporto (l’incoterms definisce chi paga per qualsiasi trasporto richiesto), le Formalità di esportazione e importazione (l’incoterms definisce chi organizza le formalità di importazione e di esportazione), e i Costi di assicurazione (gli incoterms definiscono chi si fa carico dei costi di assicurazione).

Allo stato attuale, ci sono 11 termini principali e una serie di termini secondari che aiutano gli acquirenti e i venditori a comunicare le disposizioni di un contratto in modo più chiaro; quindi, riducendo il rischio di interpretazioni errate da parte di una delle parti.

Gli Incoterms regolano tutto, dai costi di trasporto, dall’assicurazione alle responsabilità. Essi contribuiscono a rispondere a domande come “Quando sarà completata la consegna? “Quali sono le modalità e le condizioni di trasporto?” e “Come garantite che una parte abbia soddisfatto gli standard stabiliti? Detto questo, è importante ricordare che ci sono anche dei limiti agli Incoterms. Ad esempio, non si applicano ai diritti e agli obblighi contrattuali che non hanno a che fare con le consegne. Né definiscono soluzioni per la violazione del contratto.

Pubblicato da Roberto Rossi

Roberto Rossi: Consulente finanziario ed esperto di forex, lavora nel settore dal 2005, prestando servizi di assistenza personalizzata ed erogando focus previsionali sui cambi valutari, commodities e altre forme di investimento. Scrive per alcuni noti network nazionali economico – finanziari, e si dedica alla cura di progetti editoriali del comparto patrimoniale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi