Come tollerare meglio le perdite: prepararsi in vista del cattivo tempo

eurodollarocaloChiudere una posizione in perdita non è mai piacevole: alcuni trader la vivono addirittura come una sconfitta personale, dimenticando forse che è impossibile avere la meglio sull’andamento del mercato finanziario, sempre e comunque. Le perdite finanziarie devono invece essere considerate come parte integrante del “gioco” del Forex: una parte non certamente gradita, ma inevitabile. Come tollerare tuttavia meglio le perdite?

Una tecnica che abbiamo sviluppato da tempo c’è, ed è anche abbastanza semplice: comportarsi come una società, e costituire un fondo di accantonamento in vista delle sopravvenienze passive. Ovvero, mettere da parte qualcosa, in virtù di ogni guadagno, che possa andare a compensare le perdite, in occasione in cui queste si verifichino (considerando altresì che non è questione di “se”, ma di “quando”).

In maniera perfino più pratica, vi suggeriamo dunque di stabilire una percentuale di “conservazionedel profitto conseguito mediante un’operazione in utile. Ad esempio, potreste deliberatamente scegliere di mantenere in una specifica riserva il 10% di tutto quello che guadagnate: man mano che passerà il tempo, l’accantonamento sarà in grado di contrastare le perdite conseguite, e rendere meno gravosa la necessità di fronteggiare questa brutta (ma comune!) avventura.

Non dimenticate inoltre che il fondo di accantonamento realizzato per fronteggiare le perdite non è “intoccabile”. Potete per esempio scegliere di smobilizzare una parte del fondo di ammortamento predisposto, o ancora potete scegliere di riscuoterlo “totalmente” nell’ipotesi in cui non abbiate più voglia di investire con le coppie valutarie.

Il nostro consiglio è comunque quello di non intaccare mai questo particolare fondo, e farlo accrescere giorno dopo giorno, con i risultati delle vostre operazioni positive. Immaginate pertanto che sia un accantonamento indisponibile e, nella vostra collettiva valutazione, immaginate altresì di non possederlo: in questo modo riuscirete a fronteggiare eventuali perdite in modo più sereno e razionale.

Ad ogni modo, quando il fondo di ammortamento avrà raggiunto una cifra considerevole, pari alla copertura del 100% del rischio di perdita, potrete scegliere di fermarvi con gli accantonamenti periodici, mantenendo così il fondo intatto per ogni evenienza.

Il metodo di cui sopra potrà costarvi un pò di fatica iniziale, ma una volta presa l’abitudine, e apprezzate le qualità “risolutive”, non ne potrete più fare a meno: una vera e propria rinuncia graduale, per poter avere un grande beneficio nel momento in cui (si spera, il più tardi possibile) dovrete leccarvi le ferite finanziarie di una scommessa persa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *