padoanDurante un’intervista concessa alla Bbc, il ministro dell’Economia Piercarlo Padoan ha affermato che non è solamente l’Italia a dover compiere sacrifici, auspicando un maggiore e più incisivo intervento da parte della Banca Centrale Europea e, più in generale, “di tutti gli attori in campo”.

Nell’intervista concessa al network britannico, inoltre, Padoan, ha difeso l’operato del governo di cui è parte fondamentale, segnalando come l’effetto delle manovre dell’esecutivo non potranno essere giudicate da pochi trimestri, poichè gli effetti reali si vedranno solamente fra due anni.

Tornando a parlare del ruolo esercitato dalla Bce, Padoan ha specificato che quello che vorrebbe vedere è “che tutti facciano la loro parte”, e che ciò significa per l’istituto di Draghi essere “coerente nel portare l’inflazione nuovamente vicina al 2 per cento, che è una cifra ragionevole”, tuttavia molto lontana dai livelli attuali.

Padoan si è infine detto fiducioso che le riforme in corso di realizzazione dispiegheranno i propri effetti nel medio termine.

Pubblicato da Roberto Rossi

Roberto Rossi: Consulente finanziario ed esperto di forex, lavora nel settore dal 2005, prestando servizi di assistenza personalizzata ed erogando focus previsionali sui cambi valutari, commodities e altre forme di investimento. Scrive per alcuni noti network nazionali economico – finanziari, e si dedica alla cura di progetti editoriali del comparto patrimoniale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi