Unione bancaria: le tappe di un difficile accordo

euro

unione bancariaLa crisi del debito sovrano e il contagio al sistema bancario, hanno imposto un’accelerazione al processo di unificazione economica e finanziaria nell’area euro. Ma da Bruxelles giungono, a tal proposito, messaggi contrastanti. I ministri delle finanze europei hanno faticosamente tentato di raggiungere un accordo nel tentativo di proteggere la regione da un’altra crisi economica. La proposta di una unione bancaria pan-europea ha dominato i colloqui nel corso della riunione Ecofin dei 28 ministri delle finanze dell’Unione europea, tenutasi a Bruxelles, nella giornata di Martedì.

I dettagli del piano si sono rivelati controversi, con paesi come la Germania – la più grande economia della zona euro e quindi il maggior contribuente e “benefattore” – contraria ad un sistema che vedrebbe le banche in fallimento attingere ad un fondo di salvataggio per le banche, il fondo di risoluzione, volto a gestire le ristrutturazioni.

Il secondo pilastro dell’unione bancaria, quello relativo al meccanismo unico di gestione delle crisi bancarie, dopo il varo della vigilanza unica in capo alla Bce, rappresenta di fato il pomo della discordia tra Bruxelles e Berlino. L’accordo dovrà essere raggiunto entro la fine dell’anno in occasione del summit europeo del 19-20 dicembre, affinché le nuove regole siano approvate dal Parlamento europeo, prima del suo scioglimento nella prossima primavera.

Se fosse necessario più denaro, sarebbero utilizzati fondi di salvataggio nazionali generati dai singoli paesi. Solo se questo meccanismo fallisse, interverrebbe un fondo della zona euro comune. La BCE dovrebbe iniziare a supervisionare questo processo – quello che è conosciuto come il ” meccanismo unico di vigilanza” – a partire dall’autunno del 2014. Il meccanismo di risoluzione delle crisi bancarie dovrebbe entrare in vigore 1 gennaio 2015.

Ecco le tappe che segneranno il percorso per giungere all’unione bancaria all’interno dei Paesi della zona euro:
– I semestre 2014: Stress test e analisi dei requisiti patrimoniali delle banche europee da parte della Bce e dell’Eba
– Ottobre-novembre 2014: L’autorità di vigilanza unica in capo alla Bce entra in vigore
– 2015: L’autorità unica per la gestione delle crisi delle banche viene istituita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *