Trading online, pochi dati macro in periodo di ferragosto

mercati finanziari

Alla vigilia di ferragosto sono ben pochi gli spunti operativi che si presentano agli occhi degli investitori. E così, l’agenda macroeconomica si presenta con pochi appuntamenti di rilievo, sia in Europa che nei principali mercati mondiali, pur senza disdegnare comunque qualche cenno di attenzione nei confronti dei più rilevanti indicatori che è possibile scorgere in tale ambito.

In tal senso, rileviamo come la produzione industriale aggregata dell’Eurozona in giugno sia risultata essere di un decimo peggiore delle attese con una contrazione dello 0,6 per cento mese su mese, in decisa correzione rispetto alla precedente variazione di +1,2 per cento su base mensile; anche su base annua il dato delude le attese, con una crescita del 2,6 per cento rispetto al +2,8 per cento che è stato stimato dal consenso e in calo dal precedente +3,9 per cento.

Per quanto concerne i mercati extra europei, in Cina la produzione industriale in luglio ha registrato una crescita al ritmo più lento da gennaio con la variazione di +6,4 per cento su base annua che è risultata inferiore alle attese di +7,1 per cento anno su anno, oltre ad essere in decelerazione rispetto al +7,6 per cento di giugno. Il contributo principale alla dinamica, comunque positiva, della produzione di luglio è stato fornito dai comparti metallurgico e della produzione di elettricità. Sempre in Cina, le vendite al dettaglio hanno visto una crescita in luglio del 10,4 per cento su base annua che è stata di quattro decimi inferiore alle proiezioni di consenso ed è risultata in calo rispetto alla precedente variazione di +11,0 per cento su base d’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *