ubsUbs ha formulato una serie di interessanti previsioni sul destino di Borsa di alcuni dei più noti titoli del lusso. Cominciamo con Lvmh, uno dei big mondiali: grazie anche alla forza del brand Louis Vuitton, per cui Lvmh è maggiormente famoso, il rating viene confermato a buy (comprare) con target price a 175 euro, e margini di potenziale rialzo del 12 per cento.

View positiva anche per Richemont: il gruppo elvetico ha giudizio buy, con target price di 80 franchi svizzeri (+23 per cento di margini di potenziale rialzo). Il rapporto prezzo / utili scende da 17 nel 2016 a 16 nel 2017, mentre il dividend yield 2016 del titolo è 3,1 per cento. Rating buy per Burberry, con target price a 1.500 pence (+10 per cento di rialzo potenziale): per Ubs la società britannica ha prospettive interessanti nel lungo termine grazie alla crescita strutturale dei ricavi e all’espansione dei margini reddituali.

Tra i rating buy del lusso, Ubs individua anche Kering, con target price di 183 euro, del 12 per cento superiore alle quotazioni attuali. Il rapporto tra prezzi e utile scende da 17 nel 2016 a 15,3 nel 2017, con il dividend yield 2016 del 2,6 per cento. Giudizio postivo anche per Moncler, con target price a 17,2 euro (+14 per cento di margine di potenziale rialzo): il titolo capitalizza oggi 3,8 miliardi di euro e tratta 20 volte l’utile 2016 e 18,4 quello del prossimo esercizio.

Chiudiamo infine con Hugo Boss, piccola eccezione di tale lista: la società afferma che il rating rimane neutrale, con target price a 53 euro (in calo del 6 per cento) perché la visibilità sui risultati di bilancio è scarsa. A nostro giudizio esistono però segnali di maggiore ottimismo: vedremo, nelle prossime settimane, chi avrà ragione!

Pubblicato da Roberto Rossi

Roberto Rossi: Consulente finanziario ed esperto di forex, lavora nel settore dal 2005, prestando servizi di assistenza personalizzata ed erogando focus previsionali sui cambi valutari, commodities e altre forme di investimento. Scrive per alcuni noti network nazionali economico – finanziari, e si dedica alla cura di progetti editoriali del comparto patrimoniale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi