Stati Uniti, spesa in costruzioni in aumento

investimento

investimentoStando a quanto affermano gli ultimi dati statistici elaborati negli USA, la spesa in costruzioni nel corso del mese di febbraio è aumentata di 0,8 punti percentuali su base mensile, dopo -0,4 per cento mese su mese rilevata nel precedente mese di gennaio (dato peraltro rivisto al contenimento, rispetto alla prima stima di -1 per cento su base mensile). La spesa privata residenziale accelera, con una variazione di 1,8 per cento mese su mese, probabilmente spinta anche dal clima mite, e dà indicazioni coerenti con un significativo contributo degli investimenti residenziali alla crescita del primo trimestre.

Tra gli altri dati del settore contemporaneamente diffusi, rileviamo anche che la spesa privata non residenziale ha invece corretto di -0,3 per cento mese su mese, per la seconda contrazione consecutiva, e lascia dubbi sulla ripresa della componente strutture negli investimenti delle imprese a inizio 2017.

Infine, sono usciti interessati aggiornamenti relativi all’andamento delle vendite di autoveicoli a marzo, in grado di segnare un’ampia correzione a 16,5 milioni di unità annualizzate, rispetto a quota 17,5 milioni di unità annualizzate del mese di di febbraio. I dati danno un ulteriore segnale di debolezza per i consumi nel primo trimestre. Il segmento auto ha sostenuto la crescita dei consumi negli ultimi anni, ma quest’anno i produttori prevedono vendite in aumento solo marginale. La dinamica della spesa personale dovrebbe essere spinta in questa fase matura del ciclo più dai servizi che dai beni.

Peraltro, si tenga conto come alcuni produttori americani hanno già diffuso i dati relativi al mese di marzo, definitivi, sancendo una delusione per l’andamento delle vendite: è il caso di Ford e General Motors tra i principali, ad aprire quello che forse è un nuovo approccio nella valutazione dell’industria automobilistica internazionale e, soprattutto, americana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *