Qual è il modo migliore per investire in materie prime?

Borse indici mondiali negativi ma per l’Italia spiccano Fiat e Telecom

Come abbiamo più volte sottolineato sul nostro sito, esistono diversi modi di investire in materie prime e ogni modo ha i suoi pro e i suoi contro. Per esempio, l’investimento diretto in materie prime ti dà i privilegi e le responsabilità della proprietà, e il fatto che i benefici superino i costi dipende dalla merce in questione, dall’uso che si vuole fare, e per quanto tempo si intende conservare gli asset.

I future su materie prime consentono di evitare l’onere della proprietà fisica, ma potrebbero essere al di fuori della portata dei piccoli investitori. Gli ETF – i fondi negoziati in borsa – che si occupano di materie prime condividono alcuni dei vantaggi degli investimenti diretti evitando alcuni dei contro, soprattutto perché la maggior parte degli ETF su materie prime consentono di acquistare e vendere azioni che corrispondono a quantità più gestibili degli asset in questione. Sono tuttavia contraddistinti di commissioni extra, e la particolare struttura di un dato ETF può rivelare trappole per i trader più incauti. Non tutti gli ETF su materie prime si muovono in sincronia con il prezzo del bene sottostante, e questo può sorprendere gli ignari investitori iniziali nei fondi!

Infine, le azioni dei produttori di materie prime hanno il vantaggio di essere un facile investimento, e possono potenzialmente aprire a forti rendimenti agli investitori anche quando il prezzo di una materia prima è stabile o scende, se la sostenibilità dell’azienda è solida. Tuttavia, questa dinamica funziona in entrambi i sensi e, a volte, un’azione non aumenterà anche quando la merce che produce sale di valore!

Insomma, da quanto sopra dovrebbe essere piuttosto chiaro che non c’è un solo modo di investire in materie prime che sia il migliore per tutti! Tutti e quattro i metodi hanno i loro pro e contro, ed è necessario considerare le proprie intenzioni specifiche dell’investimento quando si sceglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *