Prudenza sul BUND

bund

bundIn queste ultime due settimane dato l’andamento versatile dei principali indici azionari europei, molti dei quali in una situazione di stallo per i massimi assoluti, ha di fatto causato un fortissimo aumento della volatilità per le quotazioni del BUND, ma in pratica non è servito alcun movimento direzionale.

Il mese di settembre è fortemente impostato al rialzo e questo grazie alla realizzazione di una serie di massimi e minimi in continua crescita, le precedenti riunioni hanno lasciato il passo ad una fase di lateralità e leggera debolezza.

Dal punto di vista operativo è necessaria forte prudenza e attenersi con precisione ad aspetti puramente tecnici, di fatto la presenza di trendline dinamiche che il restringimento del trading range potrebbero causare falsi segnali.

Per il mercato delle obbligazioni tedesche non si esclude un ulteriore strappo rialzista oltre al massimo relativo a 142,32, mentre la violazione, che è stata confermata, della media mobile a 25 daily, secondo molti,  potrebbe ricondurre i prezzi verso il supporto di 140,55.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *