Oro: quale sarà il trend e come reagirà il mercato Forex?

oro trend

oro trendL’oro rischia di registrare  nuove perdite nell’ultimo tratto dell’anno? E, cosa ancora più importante, un forex trader può trarre vantaggio da tale eventualità?

Ecco l’analisi. Il dollaro USA ha tipicamente una relazione inversa rispetto all’andamento del metallo giallo. Durante il secondo trimestre di quest’anno, la prospettiva della Fed (la banca centrale americana) di ridurre gli acquisti di obbligazioni, ha innescato un forte rally del dollaro. Tuttavia, quando dalla lettura dei dati economici degli Stati Uniti  è emerso uno scenario ancora poca incoraggiante , incapace di dare abbastanza slancio e fiducia, il biglietto verde ha progressivamente cancellato tutto i suoi guadagni.

Questo mese però, sembra che l’oro e il dollaro USA siano diretti in direzioni opposte, dato che i mercati sembrano essere più convinti che la banca centrale americana sia ormai pronta a ridurre gli acquisti di obbligazioni. Prima o poi lo farà!

Il metallo giallo ha una correlazione positiva con il dollaro australiano (AUD). Questo perché l’Australia è uno dei maggiori produttori di oro al mondo e la sua valuta tende a crescere quando i prezzi dell’oro salgono. Infine, non va trascurata la Svizzera con il 25 % del suo denaro garantito da riserve auree. Forse vale la pena prestare attenzione alla reazione del franco rispetto alle oscillazioni del prezzo dell’oro.

Se si pensa che il selloff oro sia un’ipotesi verosimile, da aspettarsi nelle prossime settimane, allora si potrebbe prendere in considerazione una posizione corta di lungo periodo sulla coppia  AUD / USD  o, al contrario, una lunga su USD/ CHF . Il rovescio della medaglia: se si innescasse un rally inaspettato dell’oro , una volta che questo  avrà superato i livelli di 1.200 dollari /oncia , ci si potrebbe attendere una inversione nelle due coppie sopra citate?

Quale pensate possa essere il futuro trend dei prezzi dell’oro? Fateci sapere condividendo i vostri pensieri nei commenti qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *