La classe energetica: di cosa si tratta e come viene stabilita

costi energia

La classe energetica cui appartiene un’abitazione riguarda le possibilità di sfruttare al meglio l’energia utilizzata al suo interno. La classificazione dei nuovi edifici nasce dall’esigenza di diminuire le emissioni di gas inquinanti, evitando di disperdere calore verso l’esterno.

Come ottenere la certificazione energetica

È molto semplice comprendere come viene stabilita la classe energetica. In pratica si deve contattare un tecnico specializzato, abilitato al rilascio dell’APE, Attestato di Prestazione Energetica. Per farlo il tecnico, che potrebbe essere un geometra, un architetto o un ingegnere, si preoccuperà di valutare personalmente le condizioni energetiche di un edificio. A tale scopo dovrà controllare l’impianto di riscaldamento, la presenza di pannelli isolanti o di un cappotto esterno che migliora la coibentazione delle pareti, la disponibilità di infissi con veri a doppia camera e così via. In seguito redigerà il certificato, che deve riportare anche le possibili migliorie che si possono apportare all’edificio, atte a modificarne l’attribuzione alla classe energetica appropriata.

Cosa sono le classi energetiche

Le classi energetiche sono delle categorie che esprimono con una lettera maiuscola le necessità energetiche di un edificio, di un appartamento, di uno stabile. Le Classi sono indicate con lettere che vanno dalla A fino alla G; in Lombardia esistono 4 diverse categorie per la A, che identificano abitazioni a bassissimo dispendio energetico, con necessità di un quantitativo di energia minimo per riscaldare ogni singolo metro quadrato di superficie. La categoria più bassa è la G, che identifica abitazioni che, in pratica, fanno un pessimo utilizzo dell’energia e necessitano di una elevata spesa per il riscaldamento invernale e il riscaldamento estivo.

Ottenere il certificato energetico

Il certificato energetico APE non si ottiene passando un test, o avendo a disposizione particolari caratteristiche. Ogni abitazione esistente può avere un APE, basta contattare un professionista in grado di produrlo. Più difficile è riuscire ad ottenere un APE che inserisca la struttura in una classe energetica elevata, come ad esempio A o B. Per rientrare nei canoni che permettono di inserire l’abitazione in questo tipo di classi è opportuno predisporre l’intera abitazione in modo che non avvengano eccessivi scambi di calore tra l’esterno e l’interno. Qualsiasi metodo è consentito, quindi è possibile sfruttare materiali di nuova concezione, altamente efficienti, o anche tecniche costruttive antiche, che però permettono di ottenere ottimi risultati. In alcune situazioni non serve effettuare modifiche enormi all’abitazione, potrebbe bastare anche solo sostituire gli infissi di tutta la casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *