JP Morgan chiude trimestre sopra le attese

JP Morgan ha chiuso l’ultima trimestrale dello scorso anno con risultati sostanzialmente sopra le attese grazie ancora alle attività da trading. Più nel dettaglio, l’istituto di credito ha affermato di aver archiviato i risultati del quarto trimestre 2016 con una crescita dell’utile superiore alle attese grazie al forte incremento su base annua dei ricavi da trading sul reddito fisso.

In particolare, nel periodo considerato, il risultato netto si è attestato a 6,73 miliardi di dollari, corrispondenti a 1,71 dollari per azione, in crescita rispetto ai 1,32 dollari per azione dell’analogo periodo del precedente esercizio e ai 1,43 dollari per azione stimati dal consenso. I ricavi complessivi sono cresciuti del 2 per cento a 24,3 miliardi di dollari, anch’essi leggermente al di sopra dei 24,2 miliardi di dollari che erano stati precedentemente indicati dal mercato. L’attività di trading sul reddito fisso ha generato ricavi pari a 3,37 miliardi di dollari, con un progresso su base annua del 31 per cento, superando anche in questo caso le stime che si fermavano a 3,26 miliardi di dollari. Il contesto di mercato positivo registrato nell’ultima parte del 2016 sulla scia del risultato elettorale di novembre ha favorito anche l’attività sull’azionario, con i ricavi da trading che sono saliti dell’8,1 per cento su base annua a 1,15 miliardi di dollari, battendo anche in questo caso i 1,29 miliardi di dollari stimati.

Contemporaneamente, negli stessi giorni di pubblicazione dei dati trimestrali di JP Morgan, venivano pubblicate anche altre stime legate ai risultati finanziari trimestrali di altre imprese del settore: le attese degli analisti finanziari sembrano essere largamente rispettate…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *