Italia nuovamente attraente per gli investitori immobiliari

Dopo anni in cui aveva giocato un ruolo estremamente marginale, l’Italia è finalmente tornata ad essere un mercato attrattivo per i grandi investitori del mercato immobiliare internazionale. D’altronde, per avere conferma di ciò sia sufficiente dare uno sguardo quanto avvenuto in relazione agli investimenti immobiliari corporate, che nell’ultimo trimestre dello scorso anno hanno toccato quota 3,8 miliardi di euro, per il miglior risultato trimestrale da 10 anni a questa parte.

Ma quali sono le ragioni che hanno condotto sempre più investitori internazionali a guardare con un occhio di crescente interesse le opportunità di settore che si sono aperte in Italia?

Cominciamo con il ricordare che anche se il quadro internazionale è dominato dalla Brexit e dalle incertezze sulle elezioni politiche in vari Paesi europei (Francia in primis), l’attenzione dei grandi investitori è comunque orientata al settore immobiliare e l’Europa rimane una destinazione di primo piano. In tale contesto, l’Italia resta interessante perché offre quotazioni ritenute ancora basse e rendimenti appetibili rispetto a quanto non sia possibile riscontrare in altri mercati del vecchio Continente.

Naturalmente, non tutto è oro quel che luccica, e non mancano dunque delle considerazioni più specifiche anche su tal fronte. Per esempio, si può ben ricordare come la domanda del settore sia principalmente focalizzata su Milano e Roma, e talvolta sembra essere frenata da carenza di prodotto idoneo in diversi segmenti di mercato (ovvero, le pretese della domanda, in alcuni segmenti, faticano a essere soddisfatte dall’offerta).

Per quanto concerne il futuro a breve termine, riteniamo molto importante sottolineare come, probabilmente, la ripresa continuerà a premiare l’innovazione del prodotto e del servizio, con una sempre maggiore concentrazione della domanda sul nuovo. Vedremo se i primi dati 2017 confermeranno o meno tali trend, e con quali connotazioni specifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *