Il trading online a 360 gradi

trading

tradingLe opzioni binarie sono quella che da più parti viene definita come “la nuova frontiera del trading” anche solo per il fatto che, ad oggi, hanno fornito la possibilità a parecchi aspiranti trader di poter effettuare investimenti pur senza avere un gran bagaglio culturale alle spalle. A differenza di quel che accade in molti altri ambiti della finanza per i quali è necessaria una certa preparazione, le opzioni binarie offrono l’opportunità di maneggiare strumenti finanziari, denaro, ed operazioni di qualsivoglia genere anche a soggetti che dispongono di una preparazione scolastica tutt’altro che economica.

D’altra parte le opzioni binarie nascono proprio con questo obiettivo: dare modo di bazzicare nel settore anche a quei soggetti che non hanno grandi attestati economico-finanziari, mettere a loro disposizione un trading fatto su misura proprio per i comuni mortali ed aprire quindi le porte dei mercati finanziari anche alla casalinga, allo studente, all’impiegato di turno. Sull’onda di questo concetto, un professore dell’Università della Pennsylvania pensò bene che fosse giunta l’ora di dare concretezza a tutto ciò: creare una piattaforma di investimento che potesse essere veloce, diretta, intuibile e per questo fruibile a chiunque.

Opzioni Binarie: in cosa consistono

Già solo conoscendole ci si rende conto di come le opzioni binarie siano facili da comprendere (il che non sta necessariamente a dire che siano altrettanto facili da maneggiare: per operare con le opzioni è comunque necessaria un po’ di dedizione allo studio e all’analisi). Infatti lavorare con le opzioni binarie vuol dire effettuare una semplice ma determinante scelta: stabilire se un determinato asset come può essere una coppia di valute, un titolo azionario o una data materia prima, chiuderà in rialzo o se invece terminerà la sua corsa al ribasso rispetto al prezzo di partenza. Se l’operatore centrerà la previsione allora potrà dire di aver effettuato una scelta di investimento che gli genererà guadagni, mentre, nel caso opposto, dovrà accettare la perdita data da una previsione errata della situazione.

Opzioni Binarie: le principali tipologie

In realtà esistono diverse tipologie di opzioni binarie che, al di là delle varie differenze, poggiano comunque sulla condizione dello scegliere tra due diverse possibilità.

Opzioni binarie “Cull e Put”: questa è la forma più classica di opzioni binarie, ovvero quella che in qualche modo abbiamo già accennato nel paragrafo precedente. In questo ambito il trader deve infatti prevedere l’andamento di un dato asset, stabilendo se il suo valore di chiusura sarà sopra (Call) o sotto (Put) il prezzo iniziale. Il tempo di chiusura dell’opzione varia a seconda dei casi: può essere di giorni, ore, minuti o persino di soli 60 secondi!

Opzioni Binarie “One Touch”: questa tipologia di opzioni è molto semplice da comprendere poichè implica il dover stabilire se il prezzo di un determinato asset toccherà o meno una quota stabilita dal broker. In parole povere la piattaforma di investimento ci chiederà: “l’asset X toccherà il valore 5?”, lasciando a noi l’onere di una scelta che, qualora azzeccata, potrebbe generare profitti anche superiori al 500% del capitale investito!

Opzioni “a Intervallo”: molto simili alle precedenti, fanno sì che il trader si ritrovi a dover stabilire se il prezzo di una opzione si manterrà all’interno di un intervallo prefissato o se invece uscirà fuori da detti limiti. Anche qui l’intervallo viene stabilito dal broker e il profitto da successo si propone davvero molto alto (parliamo di percentuali comprese tra il 200 e il 400%).

Appurato ciò non ci resta da far altro che iniziare a provare le varie tipologie di opzioni binarie, consci del fatto che ogni scelta dovrà esser frutto di uno studio approfondito dell’asset. E se non ci sentiamo sicuri, nessuna paura: in rete esistono tanti broker che ci permettono di sperimentare il settore senza investire sin da subito del denaro vero. Per maggiori informazioni possiamo visitare il sito di osservatoriofinanza.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *