euro in caloNuovo componente per l’eurozona, salvo sorprese da parte del Consiglio Europeo. La Commissione Ue ha infatti fornito il via libera alla Lituania per far entrare il Paese nell’eurozona e rendere così la nazione il 19mo componente della (non più) ristretta area della valuta unica europea con decorrenza primo gennaio 2015.

In ogni caso, l’ufficialità arriverà solamente nelle prossime settimane. La questione sarà infatti discussa dal vertice dei capi di Stato e di governo tra il 26 e il 27 giugno, per poi essere affrontata anche dal Parlamento Ue e, quindi, approvata in via definitiva dal Consiglio nella seconda metà di luglio.

Rimangono invece alla porta – poichè non in possesso di tutti i requisiti previsti – la Bulgaria, la Repubblica Ceca, la Croazia, l’Ungheria, la Polonia, la Romania e la Svezia. Secondo il rapporto della Commissione, invece, la Lituania risponderebbe a tutti i criteri di convergenza previsti da Maastricht: inflazione entro l’1,7%, deficit entro il 3%, debito entro il 60%.

Pubblicato da Roberto Rossi

Roberto Rossi: Consulente finanziario ed esperto di forex, lavora nel settore dal 2005, prestando servizi di assistenza personalizzata ed erogando focus previsionali sui cambi valutari, commodities e altre forme di investimento. Scrive per alcuni noti network nazionali economico – finanziari, e si dedica alla cura di progetti editoriali del comparto patrimoniale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi