Forex: Il 2014 sarà l’anno del dollaro?

Un_dollar_usIl dollaro si prepara a riconquistare una posizione dominante tra le principali valute? Secondo alcuni analisti vi sarebbero almeno tre ragioni per ritenere che il 2014 potrebbe rivelarsi fondamentale per il biglietto verde,  e alcuni di loro parlano addirittura del 2014 come dell’ “Anno del dollaro”. Vediamo le motivazioni.
1. Tapering
Diversi fattori potrebbero costringere la Fed a ritardare la riduzione di acquisti di obbligazioni – quindi a rinviare il tapering – , ma resta il fatto che l’economia americana è la prima tra le grandi economie a considerare effettivamente la possibilità di una sospensione delle misure di stimolo (quantitative easing).
L’incremento delle assunzioni rilevato nella seconda metà di quest’anno ha convinto molti osservatori di mercato che il FOMC – Federal Open Committee – è ormai pronto ad avviare il tapering. Se l’economia statunitense continuerà a sfornare cifre impressionanti i fondamentali potrebbe contribuire a supportare il biglietto verde.

2. Accordo sul bilancio
Mentre l’ impasse del bilancio e l’arresto del governo degli Stati Uniti nel mese di ottobre ha offuscato le performance del dollaro per un periodo piuttosto lungo, i timori di un potenziale default sono stati infine scongiurati: la Camera, proprio questa settimana, ha approvato l’ accordo sul bilancio federale.

Ciò significa che i tori del dollaro degli Stati Uniti hanno una cosa in meno di cui preoccuparsi da febbraio 2014, periodo entro cui il tetto del debito sarebbe stato, secondo molti, raggiunto. Ora che i legislatori hanno finalmente deciso di mettere da parte le loro differenze e trovare un compromesso per il bilancio federale, la spesa pubblica sarà limitata a 1.000 miliardi dollari e il deficit potrebbe essere tagliato di 85 miliardi dollari nei prossimi 10 anni.

3. Parere degli analisti di mercato dicono
Gli strateghi di BNP Paribas hanno affermato che il 2014 sarà l'”Anno del dollaro “, citando la forza sottostante dell’economia statunitense come motivo di ulteriori guadagni. La politica monetaria dovrebbe continuare a svolgere un ruolo nel mercato forex nel prossimo anno. Siete d’accordo con queste posizioni o il dollaro si rivelerà, al contrario, un grande perdente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *