L’innovazione è il motore fondamentale dell’imprenditorialità e della creazione di nuove piccole imprese. Quando un individuo ha un’idea che non è stata esplorata in precedenza, o una nicchia che le grandi imprese non sono state in grado di sfruttare con particolare efficacia, può ben essere in grado di trasformare l’idea in un’impresa di successo. Le idee sono d’altronde il combustibile che mantiene gli incendi imprenditoriali ardenti, scriveva I. Satya Sreenivas nel Business Journal. Gli imprenditori di buon senso si rendono conto del fatto che le idee possono provenire da qualsiasi luogo in qualsiasi momento, e un’idea casuale potrebbe essere più utile di un progetto ben studiato – continuava.

Naturalmente, non tutte le nuove idee hanno il potenziale per diventare un’azienda di successo. E in molti casi, gli individui con buone idee non riescono a trovare il capitale necessario per trasformare le loro idee in realtà.

Tuttavia, in molti casi l’innovazione è ancora un primo passo necessario per il successo delle piccole imprese. Inoltre, gli imprenditori non possono permettersi di smettere di innovare una volta che hanno creato un’impresa di successo. L’innovazione vale peraltro non solo per le nuove idee imprenditoriali e di prodotto, ma anche per il funzionamento interno di un’azienda.

Gli imprenditori di successo innovano continuamente per quanto riguarda i sistemi e i processi interni al fine di creare e sostenere una fonte di vantaggio competitivo, in un processo che non ha mai fine.

Si tenga conto che l’economia globale richiede che le aziende generino un flusso infinito di nuovi prodotti, sistemi, tecnologie e servizi, scrive Claus Weyrich in Electronic News. Secondo Weyrich, sostenere l’innovazione in un’organizzazione aziendale richiede una comprensione delle competenze chiave dell’azienda, una cultura aziendale innovativa e un approccio sistematico.

L’osservatore ha descritto tre fasi del processo di innovazione: 1) la fase di invenzione, in cui le idee vengono generate; 2) la fase di implementazione, in cui le idee migliori vengono selezionate e sviluppate ulteriormente; e 3) la fase di penetrazione del mercato, in cui le idee vengono sfruttate per un guadagno commerciale. Questo processo è un processo continuo, con il feedback utilizzato per chiudere il ciclo.

Pubblicato da Roberto Rossi

Roberto Rossi: Consulente finanziario ed esperto di forex, lavora nel settore dal 2005, prestando servizi di assistenza personalizzata ed erogando focus previsionali sui cambi valutari, commodities e altre forme di investimento. Scrive per alcuni noti network nazionali economico – finanziari, e si dedica alla cura di progetti editoriali del comparto patrimoniale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi