valute economiaIl trading sul Forex, come noto, può essere un’attività rischiosa. Ma è comunque possibile ridurre tali rischi mettendo in essere particolari ordini, come gli Stop Loss (“Stop”) e i Take Profit (“Limit”), che possono contenere i rischi e i profitti, realizzando utili desiderati e riducendo al minimo le perdite.

Ad ogni modo, prima di tutto giova sottolineare come il trader non potrà perdere più del capitale versato nel conto: i broker chiuderanno infatti automaticamente le tue operazioni a certi livelli per evitare di perdere più di quanto investito (la margin call), e se il tasso sulla tua posizione aperta scende al di sotto di quanto coperto dal tuo margine di investimento, la posizione sarà chiusa automaticamente. Questo significa – ribadiamo – che l’importo massimo che puoi perdere su un’operazione è sempre limitato all’investimento iniziale dell’operazione.

Ad ogni modo, non c’è alcuna ragione per cui dovresti aspettare di perdere l’intero investimento per chiudere l’operazione! Impostando un ordine Stop, ti assicuri per esempio che il valore della tua posizione non scenda al di sotto di un certo livello. In questo modo è possibile controllare l’importo massimo che si è disposti a perdere su un’operazione, senza dover monitorare ogni operazione 24 ore su 24!

Avere un po’ di trade perdenti è d’altronde inevitabile per qualsiasi trader. Una delle chiavi più importanti per un trading di successo è tuttavia quella di limitare le perdite su queste operazioni perdenti, utilizzando gli Stop e controllando il rischio.

Gli ordini limite, di contro, a volte chiamati “Take Profit”, sono simili agli ordini stop loss, ma si riferiscono ai profitti. Gli ordini limite assicurano infatti che una volta che la tua operazione raggiunge un certo livello di profitto desiderato, la stessa venga chiusa e il profitto monetizzato. Per esempio, immaginate di aver aperto un’operazione EUR/USD long (cioè che hai acquistato) al tasso di 1.1950 e dopo poche ore, il tasso sale a 1.2050, ma un’ora dopo scende a 1.1900, senza un take profit ben impostato potresti perdere l’aumento del tasso e finire con una perdita!

Se avessi impostato un ordine al limite, invece, il profitto potenziale dell’operazione sarebbe stato realizzato, senza dover monitorare l’operazione 24 ore su 24. Ricorda che gli ordini Stop e Take Profit sono strumenti molto semplici che possono fare la differenza tra una carriera di trading di successo e un grande buco nel tuo budget!

Pubblicato da Roberto Rossi

Roberto Rossi: Consulente finanziario ed esperto di forex, lavora nel settore dal 2005, prestando servizi di assistenza personalizzata ed erogando focus previsionali sui cambi valutari, commodities e altre forme di investimento. Scrive per alcuni noti network nazionali economico – finanziari, e si dedica alla cura di progetti editoriali del comparto patrimoniale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi