Cariplo e Microsoft lanciano super fondo per startup digitali

Cariplo e Microsoft hanno lanciato growITup, una piattaforma di open innovation con l’obiettivo di raccogliere 100 milioni di euro da investire in startup digitali italiane che abbiano già avviato l’attività produttiva ma sono ancora in fase di test e di sviluppo commerciale.

Con tale ambizioso obiettivo, Fondazione Cariplo, Intesa Sanpaolo e Fondo Italiano d’Investimento hanno già segnalato il proprio interesse a partecipare all’iniziativa, con un primo closing quando saranno stati raccolti 25 milioni di euro. Una cifra che è probabilmente già superata, visto e considerato che da Cassa depositi e prestiti e Intesa Sanpaolo sarebbero già state raccolti 30 milioni di euro (20 milioni di euro in capo a Intesa Sanpaolo).

Il closing finale, con la cifra di 100 milioni di euro, dovrebbe essere prevista tra circa 18 mesi, ma l’avvio dell’attività di investimento è prevista già per l’ultim otrimestre 2017. Il fondo prevede 10-20 investimenti in round post-seed e 7-15 investimenti in round A da una media di 4-5 milioni di euro.

“La preziosa collaborazione con Microsoft mostra che in Italia si può davvero provare a invertire la tendenza contro l’aberrante livello della disoccupazione giovanile” – ha specificato Giuseppe Guzzetti, presidente della Fondazione Cariplo – “Il nostro Paese ha enormi potenzialità che possiamo valorizzare da una parte promuovendo l’innovazione, dall’altra lavorando in un’ottica di collaborazione aperta con gli attori della nuova economia” – ha invece precisato Carlo Pussaranta, amministratore delegato di Microsoft Italia.

Mauro Micillo, head of corporate and investiment banking division CEo di Banca Imi ha infatti dichiarato che “con questa iniziativa Intesa Sanpaolo intende rafforzare ulteriormente il proprio ruolo di motore dell’innovazione e della crescita”, mentre Fabio Gallia, amministratore delegato di Cdp precisa che “in Italia è necessario un intervento sistemico per ridurre la distanza dagli altri paesi in termini di risorse a supporto del Venture Capitale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *