Buon balzo delle vendite al dettaglio

Secondo quanto afferma l’Istat, le vendite al dettaglio sono rimbalzate inaspettatamente a ottobre, di +1,2 punti percentuali mese su mese dopo tre mesi di calo (-0,5 per cento su base mensile a settembre). Si tratta dell’aumento più pronunciato su base mensile da quasi cinque anni. Su base annua le vendite restano in negativo, ma migliorano a -0,2 per cento da -1,3 per cento precedente.

La variazione tendenziale delle vendite torna in positivo per quanto concerne la grande distribuzione (+0,8 per cento, con discount di alimentari a +2,7 per cento ed esercizi specializzati a +3,4 per cento), mentre restano in rosso (ma migliorano rispetto al mese precedente) le imprese operanti su piccole superfici (-1 per cento anno su anno). Gli unici gruppi di prodotti che mostrano un aumento delle vendite rispetto a un anno prima sono quelli dei mobili e arredamento (+1,8 per cento), giochi e sport (+1,5 per cento) e altri prodotti tra cui gioiellerie e orologerie (+1,1 per cento).

Le flessioni più sensibili sono quelle registrate dai generi casalinghi (-2,2 per cento) e da cartoleria, libri, giornali e riviste (-2,1 per cento). In sintesi, il rimbalzo su base mensile delle vendite è per certi versi sorprendente ma si tratta di una correzione dopo che nei mesi precedenti la flessione era stata anche superiore a quanto si potesse presumere sulla base della fiducia dei consumatori. Tuttavia, non sembra in atto un’inversione di tendenza per le forze fondamentali che guidano i consumi delle famiglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *