Borse europee in rosso. Peugeot maglia nera

broker forex

borseLe borse europee hanno archiviato la giornata di contrattazioni in leggera perdita, mentre gli investitori hanno continuato a speculare su quando la Federal Reserve americana inizierà a ridurre il programma di acquisto di obbligazioni. Le principali piazze hanno terminato la giornata in rosso.

Tra le peggiori performance d’Europe, va segnalata quella della francese PSA Peugeot Citroen. Il titolo ha chiuso la giornata in calo di circa il 12 percento dopo che la General Motors ha annunciato la vendita della propria partecipazione nella casa automobilistica francese, mettendo ulteriore pressione sulla società per proteggere gli investimenti dalla cinese Dongfeng Motor Co. Anche le azioni di RSA Insurance Group sono crollate – per chiudere intorno a -7,2% – dopo l’annuncio delle dimissioni del Chief Executive Simon Lee.

La borsa americana ha cancellato gran parte dei guadagni iniziali, complice l’estremo atteggiamento di prudenza degli investitori di tutto il mondo in attesa della fondamentale riunione della Federal Reserve, in programma la prossima settimana. Il Ftse100 ha ceduto lo 0,08%, mentre il Dax30 e il Cac40 hanno rispettivamente perso lo 0,12% e lo 0,23%. Piazza Affari è riuscita a salvarsi dalle vendite ed ha archiviato la sessione sulla parità, con gli indici invariati.

Mentre l’Irlanda si prepara a uscire dal suo programma di salvataggio e il ministro delle finanze Michael Noonan ha detto alla CNBC che l’economia è in recupero, dopo una grande crisi economica e finanziaria che è stata affrontata con una serie di misure graduali, la Banca di Spagna ha annunciato che il debito del paese è salito al 93,4 per cento del prodotto interno lordo (PIL) tra luglio e settembre rispetto all’obiettivo di fine anno del governo del 94,2% del PIL. Anche in Italia il debito delle amministrazioni pubbliche ha toccato a ottobre un nuovo record, attestandosi a 2.085,321 miliardi di euro e salendo rispetto ai 2.068 miliardi di settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *